Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Attività artigiana e vendita all'ingrosso

Da WIKI Suap.

Domanda 

Quale tipologia di istanza deve presentare al SUAP un artigiano che vuole vendere elettrodomestici all'ingrosso a soggetti con partita IVA? 


Risposta 

Il titolare dell'attività artigiana di riparazione elettrodomestici, ai fini dell'avvio dell'attività di commercio all'ingrosso di elettrodomestici, è tenuto a presentare al SUAP una comunicazione o una SCIA, a seconda che si tratti di semplice commercio all’ingrosso NON ALIMENTARE oppure NON ALIMENTARE CON DEPOSITO SUPERIORE A 400 METRI QUADRATI. 
A seconda del tipo di attività svolta, cambierà l'adempimento dovuto dall'impresa (comunicazione o SCIA). 

1) COMMERCIO ALL'INGROSSO NON ALIMENTARE: presentare comunicazione alla CCIAA di sede legale o residenza (anche presso SUAP telematico). E' richiesto il possesso solo dei requisiti morali. Nel caso di COMMERCIO ALL'INGROSSO DI ELETTRODOMESTICI o RAEE occorre verificare l'eventuale obbligatorietà per l'impresa di iscriversi nel “Registro Produttori”. In tutti i casi in cui viene comunicata una attività in ASSENZA DI DEPOSITO deve essere indicata l’impresa presso la quale sono depositati i prodotti oggetto del commercio/import-export: l'indicazione deve essere fornita nelle NOTE della pratica REA (fonte: sito CCIAA di Milano, sezione COME APRIRE UN'ATTIVITA' - COMMERCIO ALL'INGROSSO http://athos.mi.camcom.it/regolamentate/ric_alf.phtml?codice_att=227&lettera=C&carica=ls&codice_sottoatt=226). 
Il D.Lgs. n. 222/2016 non ha inciso sull'attuale disciplina, tenendo fermo l'adempimento della comunicazione. 

2) COMMERCIO ALL'INGROSSO NON ALIMENTARE CON DEPOSITO >400 METRI QUADRATI: 
Presentare SCIA presso SUAP telematico (fonte: sito CCIAA di Milano, sezione COME APRIRE UN'ATTIVITA' - COMMERCIO ALL'INGROSSO http://athos.mi.camcom.it/regolamentate/ric_alf.phtml?codice_att=227&lettera=C&carica=ls&codice_sottoatt=347). 
Il D.Lgs. n. 222/2016 ha inciso parzialmente sull'attività qui in esame, prevedendo che per il commercio all'ingrosso non alimentare con superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi, superiore a 400 metri quadrati, o comunque se l'attività ricade in uno qualsiasi dei punti dell'Allegato I al D.P.R. n. 151/2011 (Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, a norma dell'articolo 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122) prevede una SCIA unica in caso di apertura, trasferimento di sede e ampliamento, mentre prevede una comunicazione in caso di subingresso.